Quante parole devono conoscere a 2 anni i bambini?

Un bambino a 2 anni quante parole deve conoscere? Quali parole deve dire a 2 anni?
parole-bambini-2-anni

La domanda che molti genitori si pongono dopo il primo anno di vita di loro figlio è: ma mio figlio quando inizierà a parlare? E’ normale che conosca così poche parole? Devo far controllare mio figlio da uno specialista?

Queste e molte altre domande possono essere l’inizio di tantissima ansia e preoccupazione ingiustificata: ad aiutare questi genitori ecco arrivare una ricerca del Bryn Mawr College della Pennsylvania, negli Stati Uniti, ricerca che ha portato ad alcuni importanti scoperte scientifiche nel campo del linguaggio infantile.

parole bambini 2 anni

Quante parole deve conoscere a 2 anni?

Secondo i responsabili del progetto, un bambino all’età di 2 anni dovrebbe conoscere almeno 25 parole: se questo traguardo non fosse raggiunto, i genitori dovrebbero sottoporre il piccolo ad un controllo più approfondito per valutare se si tratta di un problema cognitivo o no, problema che potrebbe rivelare patologie più serie e complesse.


BLACK FRIDAY: scopri le SUPER OFFERTE riservate ai nostri lettori SU TUTTO IL CATALOGO AMAZON

Quali parole deve sapere un bambino di 2 anni

In realtà la quantità ha un valore molto relativo: la stessa ricerca mette in luce un aspetto molto importante, queste 25 parole non dovranno essere casuali ma dovranno comprendere alcuni vocaboli fondamentali, vediamo insieme quali sono

  • Mamma,
  • papà,
  • ciao,
  • giocattoli,
  • cane,
  • gatto,
  • bambino, latte,
  • succo di frutta,
  • palla,
  • sì,
  • no,
  • naso,
  • occhio,
  • banana,
  • biscotto,
  • macchina,
  • caldo,
  • grazie,
  • bagno,
  • scarpa,
  • cappello,
  • libro,
  • andati,
  • di più

bambini parole giochi mamma

Uno dei consigli più importanti arriva dalla dottoressa Rescorla durante un’intervista al Guardian: lasciare nostro figlio davanti alla televisione non aiuta l’apprendimento linguistico, per stimolare l’apprendimento è indispensabile coinvolgere i piccoli in conversazioni reali ottenendo così risultati davvero incredibile.

Come sempre un consulto con il vostro peadiatra potrà garantirvi tutte le informazioni necessarie per valutare il vostro bambino.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *