Azaria Chamberlain: bimba scomparsa in Australia

Trent’anni di indagini e processi, trent’anni di dolore, una famiglia distrutta, una vita spezzata e un matrimonio finito: tutto questo e molto altro è stata la morte della piccola Azaria Chamberlain, una bimba di sole 9 settimane australiana scomparsa in circostanze misteriose e mai più ritrovata.
Tutto risale al 1980 quando la famiglia Chamberlain, padre madre e due bimbi oltre alla piccolissima Azaria, decidono di campeggiare vicino all’Ayer’s Rock: dopo aver addormentato la piccola, la madre la sistema accanto a uno dei fratellini nella tenda. Tempo pochi minuti e un pianto di neonato fortissimo invade tutta l’area: la madre, corsa alla tenda, non trova più Azaria e racconta ai campeggiatori di aver visto un dingo allontanarsi.
Le autorità non credono alla sua versione: viene ritrovata una tutina accanto a una tana di un dingo ma, non trovandovi sopra peli o saliva dell’animale tutti pensarono che fosse la donna la vera colpevole.

6 anni di carcere alla donna e alcune pene al marito: dopo 6 anni un turista inglese, cadendo durante un’escursione, fa ritrovare la cerata che ricopriva la piccola:,la madre viene immediatamente scarcerata.
Ieri, finalmente, la sentenza che mette fine a questa terribile vicenda: il coroner ha stabiliato che la piccola è stata attaccata e uccisa da un dingo, scagionando la madre e il padre (ormai divorziati).
Durante la lettura delle sentenza la donna era in piedi davanti alla corte e, a fine udienza ha dichiarato:

“Siamo felici che questa saga sia finita. L’Australia non potrà più dire che i dingo non sono pericolosi. Viviamo in un Paese bellissimo, ma pericoloso”

Una storia terribile che ci auguriamo non accada più, non solo per la madre e il padre ma sopratutto per i piccoli lasciati incustoditi con troppa superficialità.

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>